Valenza

Valenza Piemonte

Valenza orafa

Valenza città del nord-ovest d’Italia sita in provincia di Alessandria deve la sua notorietà al fatto di essere considerata una capitale internazionale della gioielleria.

La Regione Piemonte ha individuato Valenza come Distretto Industriale della Provincia di Alessandria caratterizzato dalla maggiore concentrazione di piccole imprese. Valenza è quindi area a forte specializzazione in virtù degli occupati manifatturieri, del livello di occupazione della piccola impresa e del numero delle piccole aziende.

Itinerari turistici

In bici sul Po …

Otto itinerari ( indicati con cartelli visibili a cura del Parco Fluviale del Po ) da effettuare in bici si sviluppano su strade comunali e provinciali con scarso traffico, rivierasche sterrate ed alcuni tratti di argine.

Questa rete interessa tutto il Po vercellese/ alessandrino,. Troviamo gli itinerari 1 e 2 ( dal Ponte di Pieve Del Cairo al Ponte di Valenza passando per Bassignana ) e l’itinerario 3 ( dal Ponte di Valenza e Frassineto Po) sono eccezionali per il birdwatching.

Tra i boschi riparali, ghiaieti e le confluenze del Po con il Sesia e con il Tanaro durante la pedalata si possono intravedere : aironi, cormorani e sterne .

Negli itinerari 4 ( Casale Monferrato – Coniolo – Casale) 5 ( Pontestura – Camino – Pobietto – Pontestura) e 7 ( Trino – Rocca delle Donne – Cantavenna – Fontanetto Po – Trino ) dominano i punti panoramici: dalle colline del Monferrato ( a cui si arriva dopo diversi sali e scendi e tratti impegnativi) sino alla grande distesa delle risaie . Intorno si potranno vedere boschi, vigneti, frutteti ed orti. Sul fiume invece si potranno trovare pioppeti e la piacevole avventura di attraversarlo con il traghetto a fune che collega Fontanetto e Gabiano. Ed è ancora il traghetto a permettere l’itinerario 8 (Crescentino – Piagera di Gabiano – Moncestino – Verrua Savoia – Crescentino) dalla sponda sinistra a quella destra e ritorno. Qui le colline spartiscono l’interesse con le risaie e gli insediamenti rurali che ritroviamo negli itinerari 6 e 6bis (Trino – Crescentino e Bosco della Partecipanza); da non perdere il “mare a quadretti” quando le risaie vengono allagate, e il fascino antico della residua foresta planiziale accanto al sistema delle grange cistercensi.

In poco meno di 60 Km l’itinerario conduce dalle propaggini del Monferrato Casalese ai rilievi valenzani, in un alternarsi di campi coltivati e di boschi. In questo tratto il Po riceve le acque di due grandi affluenti, il Sesia e il Tanaro: non mancano i panorami, né manca l’occasione per gradevoli soste all’ombra. Vedute eccezionali sulla pianura alessandrina, castelli medioevali e chiese barocche, vini, fragole e ciliegie quali prodotti della terra completano il quadro. Da Pietra Marazzi, in direzione Ovada, si può raggiungere la Riserva naturale del Torrente Orba.

(Per maggiori informazioni riguardo gli itinerari è possibile acquistare gli opuscoli con gli itinerari dettagliati presso il Parco Fluviale del Po e dell’Orba sede operativa . Frascarolo ( PV) Cascina Belvedere ,SS 494 tel. 0384 84676).

I commenti sono chiusi.