Il parco del Po e le colline monferrine

Descrizione del percorso

Provincia: Alessandria
Bici consigliata: city bike, mountain bike
Difficoltà: medio
Partenza: Casale Monferrato (stazione FS)
Arrivo: Casale Monferrato (stazione FS)
Km di percorrenza: 65 km
Tipo di terreno: asfaltato e sterrato
Periodo consigliato: da aprile a ottobre

 

Tappe del percorso e punti di interesse

Un anello di 65 chilometri che attraversa le risaie della piana del Po e le prime alture del Monferrato, su strade secondarie e facili sterrati.

Uscendo dalla stazione ferroviaria di Casale Monferrato, si imbocca il viale di fronte e si prosegue per le vie del centro dove incontriamo la Sinagoga, il Duomo, la Torre Civica, il Teatro e il Castello.

Proseguendo per la strada che costeggia il Po, si seguono le indicazioni per la stazione fs e passato il secondo sottopasso ferroviario, si segue la strada provinciale per Frassineto Po, dove si comincia a familiarizzare con i pioppeti e le vaste distese di mais, di grano e di riso. Passato Frassineto Po, si prosegue in direzione di Ticineto e Valmacca e oltrepassato per due volte consecutive il Torrente Rotaldo, si arriva in quel di Valmacca, dove si può ammirare il palazzo medievale nella piazza centrale,ora sede comunale. Lasciato alle spalle Valmacca, si prosegue per Rivalba, paese con le sembianze di una mansio romana, e passato per l’ultima volta il Torrente Rotaldo e costeggiato il paese di Bozzole, si arriva ad un incrocio dove si può ammirare il castello medievale di Pomaro.

Fatta una breve visita al paese e al castello, si seguono le indicazioni per Monte Valenza, dove si arriva dopo aver affrontato una breve ma ripida salita. Qui si può bere alla fontana e ammirare il panorama verso le colline del Monferrato e la piana del Po sottostante. Scendendo in direzione di Valenza e passato il cavalcaferrovia, si svolta a destra dove, nei pressi delle Terme di Monte Valenza,  i piu’ piccini (e non solo loro) potranno ammirare gli animali del minuscolo zoo.

Dopo aver affrontato i saliscendi che separano le Terme da Valenza, si arriva alla citta’ orafa, dove si può girare per le vie del borgo vecchio, curiosando le vetrine delle molte botteghe orafe e ammirando il panorama dalla balconata sita in fondo a Viale Padova, panorama che nelle giornate limpide arriva quasi sino a Pavia.

A questo punto si può tornare a Casale con il treno oppure attraverso un altro percorso in bicicletta.

Lasciata Valenza e imboccata la provinciale per S.Salvatore, poco dopo aver costeggiato la frazione Valparolo, si gira a destra in una strada di campagna che  portera’ a Fosseto, dove si possono visitare i giardini di Villa Genova. Finita la visita e transitati per la frazione Villabella di Valenza, ci si dirige a Giarole per poi andare a Occimiano: le risaie e gli aironi dominano incontrastati questo tratto di strada. Superato il cavalcavia dell’autostrada si imbocca una strada sterrata a sinistra, che conduce alla strada consortile del canale Lanza che a sua volta, costeggiando il canale, riporta, con uno sterrato di circa 10 chilometri, a Casale Monferrato. Tirando dritto alla rotonda del palazzetto dello Sport, si può visitare, sulla sinistra, la Cittadella Militare di Casale per poi proseguire verso la rotonda di Corso Indipendenza. Si esce alla prima uscita e, passando sotto al cavalcaferrovia, si ritorna alla stazione dei treni per concludere il giro. In tutto circa 65 chilometri.

 

Altimetria

Il parco del Po e le colline monferrine

I commenti sono chiusi.